Ricordiamo che è  classificata come “infertile” o poco fertile la coppia che non ottiene una gravidanza dopo 12 mesi di rapporti liberi e non protetti. Per potere accedere ad un percorso di PMA è necessario che la coppia esegua una serie di esami preliminari per la Procreazione Medicalmente Assistita, utili per il medico esperto in infertilità per chiarire l’opportunità e i vantaggi di ricorrere a tale tipologia di fecondazione. Per questo, bisogna prendere in esame e valutare la coppia, quindi sia il partner maschile che quello femminile.
Di seguito elencherò gli esami fondamentali:

– Valutazione partner maschile:

  • Spermiogramma
  • Spermiocoltura
  • Test per la frammentazione del DNA degli spermatozoi
  • HPV test (liquido seminale)
  • Visita andrologica
  • Mappa cromosomica e ricerca mutazioni fibrosi cistica
  • Microdelezioni cromosoma y

– Valutazione partner femminile

  • Mappa cromosomica e ricerca mutazioni fibrosi cistica
  • Valutazione riserva ovarica
  • Valutazione cervice uterina
  • Valutazione cavità uterina
  • Valutazione pervietà tubarica
  • Screening trombofilia
  • Valutazione problematiche immunologiche
  • Valutazione endocrino-metabolica
  • Valutazione valutazione infezioni

– Valutazione riserva ovarica:

  • Ecografia pelvica transvaginale per la conta dei follicoli antrali (2°
    -4° giornata del ciclo mestruale)
  • Dosaggio ormonale: AMH, FSH – LH, 17 Beta Estradiolo,
    Prolattina (seconda/quarta giornata del ciclo)
  • Dosaggio ormonale: Progesterone (ventesima/ventunesima
    giornata del ciclo)

– Valutazione cervice uterina:

– Valutazione cavità uterina:

  • Isteroscopia (generalmente va fatta subito dopo la fine delle
    mestruazioni, comunque entro il 10° giorno dall’inizio delle
    mestruazioni) è un esame che serve per valutare la conformazione
    interna della cavità uterina.
  • Ecografia 3 D

– Valutazione pervietà tubarica:

  • Sonosalpingografia
  • Isterosalpingografia
  • Laparoscopia

– Screening trombofilia:

  • Emocromo completo con formula e piastrine, PT-PTT,
    Fibrinogeno, Omocisteina, Proteina S, Proteina C, Antitrombina
    III
  • – Pannello trombofilia (15 mutazioni) Fattore V di Leiden, Y1702C,
    H1299R, Cambridge;
    Fattore II; Beta Fibrinogeno; PAI-1; Fattore XIII; HPA; ACE;
    ApoE; ApoB; AGT; MTHFR C677T e A1298C

– Valutazione problematiche immunologiche

  • ANA, LAC, Anticorpi anticardiolipina, ENA, Anticorpi
    antifosfolipidi, Anticorpi antiendomisio, Anticorpi Antigliadina,
    Anticorpi Antitransglutaminasi, Anticorpi Antimuscolo Liscio
  •  Sottopopolazioni linfocitarie (ricerca linfociti NK)

– Valutazione tiroide

  • TSH, fT3, fT4, tireoglobulina, anticorpi anti-tireoglobulina,
    anticorpi anti-tireoperossidasi
  • Visita endocrinologica
  • Ecografia tiroidea

– Valutazione endocrino-metaboliche

  • TSH reflex
  •  Dosaggio vitamina D
  • Dosaggio folati
  • Curva da carico insulinemica e glicemica con 75 g di glucosio

    – Valutazione infezioni

  • Tampone cervicale completo: ricerca mycoplasmi, ureoplasmi,
    clamidia, germi comuni, gonococco
  • Tampone vaginale completo: ricerca streptococchi, gardnerella,
    germi comuni, miceti
  • Endometriocoltura
  • Biopsia endometriale per esame istologico con ricerca
    plasmacellule (CD138) e linfociti natural killer (CD56)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *